Avviso pubblico di selezione per 4 incarichi di Psicologo

Avviso pubblico di selezione per 4 incarichi di Psicologo

4321
0
SHARE

AZIENDA USL TOSCANA CENTRO FIRENZE

AVVISO PUBBLICO DI SELEZIONE PER IL CONFERIMENTO DI N. 4 INCARICHI DI COLLABORAZIONE LIBERO PROFESSIONALE PER LA REALIZZAZIONE DEL PROGETTO “SPERIMENTAZIONE DI UN MODELLO APPLICATIVO DI CURA ORIENTATA AL “RECOVERY” IN SALUTE MENTALE RIVOLTA AGLI UTENTI CON DISTURBI MENTALI GRAVI E AI LORO FAMILIARI”

Richiamato il Regolamento aziendale recante la disciplina delle procedure per il conferimento degli incarichi esterni di collaborazione, approvato con delibera n. 896 del 31.10.2008, ed in esecuzione della deliberazione del Direttore Generale n. 1201 del 11.08.2016, l’Azienda USL Toscana Centro bandisce selezione pubblica per il conferimento di n. 4 incarichi di collaborazione libero professionale per la realizzazione del progetto “Sperimentazione di un Modello Applicativo di Cura orientata al “Recovery” in Salute Mentale rivolta agli Utenti con Disturbi Mentali gravi e ai loro Familiari” – Area Territoriale ex Azienda USL 10 di Firenze. DESCRIZIONE E FINALITA’ DEL PROGETTO: Il presente Progetto si attiene a quanto previsto dal Piano Sanitario e Sociale Integrato Regionale 2012- 2015 (Del N. 91, 5 novembre 2014) che prevede, tra le Azioni della Salute Mentale di Comunità: i percorsi di Cura, quella di promuovere, sulla base di quanto indicato nell’atto deliberativo della DGR 1017/2013 “Linee di Indirizzo Metodologiche Regionali sulla Psicoeducazione orientata al “Recovery” in salute mentale”, l’implementazione di interventi psicoeducativi nei servizi socio sanitari e lo sviluppo delle competenze degli operatori su tali tecniche, attraverso iniziative formative ed informative, al fine di incrementare l’empowerment dei pazienti e dei loro familiari, avvalendosi anche della collaborazione del Coordinamento Toscano delle Associazioni per la Salute Mentale e della Rete Regionale Utenti Salute Mentale (pag. 217). Il Progetto è rivolto a introdurre e/o diffondere nuovi comportamenti professionali, nuove culture della salute e della cura e nuovi approcci operativi rivolti a favorire il “Recovery” dei pazienti; il Progetto Sperimentale, inoltre, consente anche di attuare quanto previsto dalla Delibera della Regione Toscana N 1017 del 02-12-2013, che individua l’Azienda USL 10 di Firenze quale soggetto a cui demandare la funzione di monitoraggio dell’applicazione delle Linee di Indirizzo nonché la promozione di iniziative informative, da sviluppare in stretta collaborazione con il Settore competente in materia della Direzione Generale Diritti di Cittadinanza e coesione sociale della Regione Toscana. Obiettivi del progetto: L’obiettivo complessivo del Progetto è quello di giungere alla definizione un Modello Applicativo di Cura orientata al “Recovery” rivolto ai Pazienti con Disturbi Mentali gravi e/o Dipendenza da Sostanze e alle loro Famiglie. Tale Modello dovrà essere in grado sia di guidare e promuovere lo sviluppo di un Sistema di Cura orientato al “Recovery” e centrato sulla Persona, sia di monitorizzare e valutare l’attività svolta durante il graduale processo di trasformazione culturale dei servizi. Tale Modello è stato costruito integrando il Modello Procedurale per l’applicazione della Psicoeducazione da noi ideato, con contenuti e idee tratte da Linee-guida e da Studi di sperimentazione di particolare rilievo a livello internazionale. Mi riferisco in particolare alle Linee-guida pratiche per l’Applicazione della Cura Orientata al Recovery dello Stato del Connecticut e allo Studio di Sperimentazione REFOCUS del King’s College di Londra e del Rethink Mental Illness, tradotto dal Servizio Sanitario Regionale Emilia Romagna. Un importante contributo alla definizione del Modello è scaturito anche dai tre Gruppi di lavoro del Seminario organizzato dal FORMAS Regionale durante il mese di ottobre 2014. A tali Gruppi hanno partecipato Dirigenti dei Servizi per la Salute Mentale e dei Servizi per le Tossicodipendenze della Regione Toscana, rappresentanti di Utenti e di Familiari, con il compito di definire “Come promuovere le Risorse degli Operatori, degli Utenti e dei Familiari”.

Requisiti:

– Laurea specialistica in Psicologia;

– Iscrizione all’Ordine degli Psicologi

– Formazione sul Modello Sperimentale Applicativo di Cura orientata al “Recovery”

– Formazione sulle Tecniche Psicoeducative.

E’ richiesta inoltre esperienza svolta presso Aziende Sanitarie per la realizzazione integrata dei seguenti tipi di intervento: – Conduzione di Gruppi Psicoeducativi di Familiari di Pazienti con Sindromi Psicotiche e/o di Gruppi di Pazienti con Sindromi Psicotiche (Social Skills Training); – Conduzione di Gruppi di Auto-mutuo-aiuto di Familiari di Pazienti con Sindromi Psicotiche e/o di Gruppi di Auto-mutuo-aiuto di Pazienti con Sindromi Psicotiche (entrambi successivi a un anno di trattamento psicoeducativo); – Attività Psicodiagnostica rivolta in particolare all’accurata valutazione dei Pazienti con Sindromi Psicotiche (condizione psicopatologica e disfunzioni cognitive) e dei loro Familiari (stress familiare); – Attività di collaborazione e sinergia con le Associazioni di Familiari e con il Volontariato Organizzato; pubblicazioni riferite alla Psicoeducazione.

SCADENZA: 31 AGOSTO 2016

Bando completo: clicca qui

 

Lascia un commento